Burundi, Rischio genocidio: rapporto Onu

Le violenze in Burundi sono scoppiate nell’aprile 2015 a seguito della decisione del presidente Pierre Nkurunziza per il suo terzo mandato, provocando, sino ad oggi, la morte di almeno 500 persone e la fuga dal paese di altre 250 mila. Il Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani sostiene che incombe un “rischio di genocidio”. Related posts / Posts Simili/Correlati: LA LIBIA NON HA MAI ADERITO ALLE CONVENZIONI DI GINEVRA Mosul, milizie paramilitari torturano chi fugge dal Daesh

Read More