Sri Lanka, il The Times: denuncia il rapimento di bambini tamil, ad opera di gruppi paramilitari.

Un articolo del The Times, che cita la denuncia dell’associazione Coalizione per fermare l’uso di bambini soldato, porta alla luce un inquietante fatto che pare stia avvenendo nello Sri Lanka. A quanto risulta , gruppi paramilitari legati all’esercito regolare dello Sri Lanka, starebbero sequestrando bambini della minoranza etnica tamil che vivono nei campi profughi. Campi, che secondo le Nazioni Unite, contengono oltre 250mila persone, sfuggite alla guerra trentennale appena conclusa tra il governo e i separatisti delle Tigri Tamil. La denuncia della Coalizione, dice il The Times, è piena di testimonianze raccolte tra gli stessi minorenni. I rapimenti, secondo la denuncia ripresa dal The Times, non avvengono solo nei campi profughi, ma anche nella città di Vavuniya e nei distretti di Batticaloa e Trincomalee, nel nord dell’isola, con il tacito assenso del governo. E’ quasi impossibile verificare la notizia dal momento che le autorità hanno negato l’accesso ai campi profughi al Comitato internazionale della Croce Rossa, alle Nazioni Unite e ai media. Di certo rimane preoccupazione per le sorti delle persone che vi vivono.
Di Giampaolo Poniciappi

Related posts

Leave a Comment