Siria, quattro aeree demilitarizzate

L’accordo firmato da Russia, Iran e i ribelli sostenuti dalla Turchia permette di creare quattro zone di de-escalation, in cui non saranno possibili azioni di guerra e non sarà permesso il volo nemmeno agli aerei militari della coalizione statunitense. Russia, Iran e Turchia notificheranno i dettagli del negoziato al Consiglio di sicurezza della Nazioni Unite. Agli Stati Uniti viene prefigurato un ruolo.

Le aree in questione si trovano nella provincia nord-occidentale di Idlib, nella provincia occidentale di Homs, nell’enclave ribelle di East Ghouta nei pressi di Damasco e a sud nella regione del Golan al confine con la Giordania.

Il puzzle che verrà a comporsi potrebbe essere il seguente con queste aree di influenza: milizie filo-russe a ovest lungo la costa; milizie ribelli sostenute dalla Turchia a nord-ovest; curdi a nord-est sostenuti dagli Stati Uniti; milizie filo-iraniane e sciite a sud-ovest al confine con il Libano nei territori presidiati dai libanesi di Hezbollah.

Demilitarizzando parte della Siria si potrà congelare il caos che ha regnato finora, stringendo il cerchio attorno ai gruppi jihadisti, vprincipalmente ISIS e Tahrir Al Sham.

Fonte

Shortlink:

Condividere Articolo

Passare con il mouse sul banner e attendere che esca un elenco; cliccare poi sull'icona del social net che riteniamo più opportuno divulgare la notizia ed seguire la procedura richiesta.
Bookmark and Share
Posted by on 07/05/2017. Filed under ARCHIVIO, SICUREZZA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login