Sardegna . Continuano gli incendi e fioccano le polemiche sugli interventi di spegnimento troppo lenti

Le fiamme in Sardegna non si fermano e divampano anche le polemiche per il ritardo nei soccorsi. Ora sono in molti a dire che l’allerta alla Protezione Civile è stata data con molto ritardo. “Abbiamo ribadito la necessità di aggredire il fuoco fin da subito – chiarisce ai microfoni di RCD Luigi D’Angelo, dirigente del dipartimento emergenze della Protezione civile – perciò abbiamo fatto leva sulle strutture che operano nel territorio per l’avvistamento, che e’ l’aspetto più importante, e quindi l’immediato intervento, perché nel momento in cui il fuoco diventa di dimensioni più ampie, diventa anche più difficile combatterlo”. Dalla Protezione Civile arriva anche la conferma che i roghi, con molta probabilità sono dolosi: “Sappiamo tutti che, alle nostre latitudini, l’autoinnesco e’ praticamente impossibile – fanno presente dal Comando della Protezione – nel 90% dei casi si tratta di incuria o del gesto di chi vuole fare un danno all’ambiente.

Di Giampaolo Poniciappi

Related posts