Romania, 300mila in piazza contro governo social-democratico [Aggiornamento]

Almeno 300.000 persone sono scese in piazza a Bucarest – Romania, oggi 2 Febbraio 2017, per protestare contro il governo social-democratico che ha approvato un decreto che depenalizza i reati di corruzione. L’evento non non accadeva dai tempi della rivoluzione del 1989. La legge adottata, con decreto d’urgenza, depenalizza i reati di corruzione, uno dei problemi endemici della Romania, ponendo il limite di 44.000 euro al di sotto del quale il reato d’abuso di potere non si applica.

La protesta si è conclusa con alcuni incidenti, sono avvenuti lanci di pietre, bottiglie e petardi dalla parte dei manifestanti, e la polizia ha risposto con i gas lacrimogeni.

—-
Aggiornamento del 4 Febbraio 2017 – ore 23.25.

Il governo romeno, a seguito delle manifestazioni popolari di protesta degli ultimi giorni, ha deciso di revocare il decreto d’urgenza sulla depenalizzazione dell’abuso di ufficio e di altri reati di corruzione. Lo ha detto in serata Kalin Tariceanu, leader di Alde, partner di coalizione del partito socialdemocratico al potere.

Related posts

Leave a Comment