Presidenza della Camera, Laura Boldrini quadruplica staff comunicazione

cameradeideputatiIl presidente della Camera Laura Boldrini, innovando la tradizione per cui ogni nuovo capo di Montecitorio arriva col proprio portavoce (e solo con quello) e si appoggia per il resto all’ufficio stampa del Palazzo (che conta già sei giornalisti), ha preso a lavorare con sé altri quattro giornalisti “esterni”. L’elenco comprende: Valentina Loiero, figlia dell’ex dc e poi Pd Agazio, nominata capo della comunicazione; Roberto Natale, già presidente della Federazione nazionale della stampa, ricollocato da Vendola come portavoce del presidente dopo la mancata elezione con Sel; Giulia Laganà, addetta ai rapporti con gli organismi internazionali, nonché figlia dell’ex parlamentare Pd Tana de Zulueta; Giovanna Pirrotta, che si occuperà dell’immagine sui social network e nuove tecnologie. In più, a far da consigliere politico-istituzionale alla Boldrini sarà Carlo Leone, già vicepresidente della Camera in quota Pd, non rieletto. Dagospia Nel contempo, dal momento dell’insediamento della Boldrini, la Camera dei deputati ha deliberato risparmi complessivi per 8,5 milioni di euro, con uno stanziamento annuale in calo a 32 milioni da 35,1. Di cosa si tratta in dettaglio ? I parlamentari hanno deciso all’unanimità una “riduzione del 25% sulle spese per il personale delle segreterie dei titolari di incarico, per una somma di 4,3 milioni; del 30% di indennità di funzione e attribuzioni dei titolari di carica (che sono circa 70 deputati) per un risparmio di 1 milione, che si aggiunge al 10% di riduzione varato a febbraio 2012.
Sono stati aboliti gli alloggi di servizio per i titolari di incarichi istituzionali interni ed è stato reso più rigoroso l’utilizzo delle auto di servizio, i fondi di rappresentanza individuali per un totale di 250.000 euro e tagliato i 3 milioni il contributo unico ai Gruppi Parlamentari.

Related posts