Nuove armi alla Turchia

La società AgustaWestland ( gruppo Finmeccanica) ha finalmente reso noto l’AW149 destinato alla Turchia. Si tratta di un elicottero biturbina, multiruolo da circa otto tonnellate, in grado di trasportare fino a 18 militari equipaggiati. Non solo. l’AW149 può essere equipaggiato con una vasta gamma di armi, compresi razzi, missili aria-terra e mitragliatrici, nonché serbatoi ausiliari esterni. Altre armi possono essere montate nei vani delle porte o ai telai dei finestrini.

Una vera macchina da guerra. Da sottolineare che fra i due paesi è ormai in atto un rapporto di proficua collaborazione militare, come ha fatto sapere da Istambul il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto in occasione dell’inaugurazione del salone IDEF 2009. AgustaWestland, rimane comunque il partner strategico dell’industria locale attraverso il programma T-129, al quale si punta ad aggiungere il TUHP 149. Inoltre la società tele spazio (società controllata per il 67% da Finmeccanica e per il 33% da Thales) realizzerà un sistema satellitare per il programma GOKTURK: il cui valore complessivo è di oltre 250 milioni di euro. È prevista anche la costruzione di un centro di controllo satellitare che sarà sviluppato presso la sede dell’Industria Aerea Turca (Tai). Val la pena ricordare che Finmeccanica è presente in Turchia con gli uffici operativi e di rappresentanza di AgustaWestland e di Alenia Aeronautica e con SELEX Komunikasyon AS, aziende che operano principalmente nel settore militare.

Di Giampaolo Poniciappi

Related posts