Norvegia, Salmone: infettati dalle pulci

salmoneIl salmone norvegese quest’anno è assalito dalle pulci che proliferano sui pesci d’allevamento, ma che minacciano anche e soprattutto i cugini selvaggi. In autunno, il lepeophtheirus salmonis è stato segnalato in misura tripla rispetto al 2008, dicono i pescicoltori. Si tratta di un piccolo crostaceo di 8-12 mm che si nutre della pelle, del sangue e del muco dei pesci. Presente in mare allo stato naturale, la pulce non rende il salmone inadatto al consumo, ma la sua proliferazione negli allevamenti ittici, che sono legioni nei fiordi norvegesi, crea inquietudine. In certi fiordi, il 15%-20% dei giovani salmoni soccombe al parassita. La preoccupazione è data dal fatto che la popolazione del salmone selvaggio dell’Atlantico è già fragile, praticamente dimezzata dal 1970, secondo il Consiglio internazionale per l’esplorazione marina. Le cause non sono ancora chiare, ma i fattori implicati possono essere tanti: inquinamento, acidificazione dell’acqua, sbarramenti idroelettrici, interazione con il salmone d’allevamento.

ADUC – Fi

Related posts