Mosul, Isis sventola possedere armi chimiche

mosul_armi_chimiche

Una nube tossica di diossido di zolfo, sprigionato da un incendio appiccato ad un impianto chimico al-Mishraq a Qayyara, vicino a Mosul, sta avvelenando l’area, provocato intossicazioni e obbligando i soldati a indossare maschere antigas. La minaccia chimica, durante la battaglia di Mosul, è tangibile in quanto i mujaheddin del Califfo hanno gli arsenali di Saddam Hussein e un arsenale di armi chimiche in un bunker conquistato all’esercito di Bashar al Assad.

Lo scorso maggio Ahmet Uzumcu, il direttore dell’Opac, l’organizzazione internazionale per la proibizione delle armi chimiche, lanciò l’allarme: «Il sospetto che l’Isis produca da solo armi chimiche è molto preoccupante». Per Uzumcu, le tracce di gas mostarda «dimostrano che hanno la tecnologia, le conoscenze e anche accesso ai materiali per produrle». I timori che Al Baghdadi abbia reclutato chimici ed esperti dei tempi di Saddam sono fondati.

Fonte

Related posts