Mondo, Influenza A: Conflitto di interessi

Finita ufficialmente la pandemia dell’influenza A, l’Organizzazione Mondiale della Sanita’ (Oms) ha rotto il segreto che aveva fino ad oggi mantenuto sui nomi dei 16 esperti del comitato d’emergenza che affiancava la direttrice Margaret Chan. Sei di questi hanno conflitti di interesse -che si verificano anche nel settore pubblico.
Dei sei sospetti uno e’ scartato a priori, Claude Thibault, dirigente della Iata, l’associazione internazionale per il trasporto aereo. Altri tre lavorano in laboratori statali che hanno ricevuto fondi da aziende farmaceutiche. In situazione molto delicata, invece, ci sono: Neil Morris Ferguson dell’Imperial College di Londra, consulente della Roche e della Gsk; Arnold Monto dell’Universita’ del Michigan, consulente sull’influenza per Gsk, Novartis, Roche, Baxter e Sanofi.
La notizia e’ stata accolta con soddisfazione da chi aveva criticato la gestione della crisi, come Paul Flynn del Consiglio d’Europa, che ha fatto notare che, per aiutare la trasparenza, i nomi si dovrebbero sapere al momento in cui vengono decisi e non quando l’allerta e’ passato.

ADUC

Related posts