Migration Compact, Enigma su quello Italiano

sudan_500mila_euro_alla_croce_rossa

Migration Compact messo a punto dall’Italia non è la riproposizione per l’Africa del ‘modello turco’, e l’Europa non ha dato ancora risposte completamente soddisfacenti; inoltre farebbe bene a prestare ascolto al grido d’allarme lanciato da Medici senza Frontiere che hanno deciso, in polemica con i risultati di quell’intesa, di rifiutare ogni finanziamento dell’Ue.

Lo afferma Mario Giro, vice ministro degli Esteri con delega alla Cooperazione internazionale, in un’intervista all’Unità.

Circa la preoccupazione, in particolare dalle ong impegnate sul campo nell’assistenza a migranti e rifugiati, che il Migration Compact finisca per estendere al livello del continente africano il modello turco, Giro esclude che sia il modello turco.

L’allarme di Msf, che rifiuta i fondi europei in seguito all’accordo Ue-Turchia, ”va preso sul serio” afferma Giro: ”Msf merita il nostro rispetto per quello che ha fatto e sta facendo. Non è un caso che sia, meritoriamente, Premio Nobel per la Pace”.

(@novellatop, 20 giugno 2016)

Related posts