Migranti, respingimenti a tappeto

migranti

La decisione slovena sulle nuove restrizioni di bloccare le migrazioni “a tappeto” è in relazione all’intesa tra Turchia e UE, avvenuto a Bruxelles lo scorso 7 marzo. In pratica, Ankara diventa un paese nel quale esternalizzare l’accoglienza dei profughi. 

I dettagli dell’intesa, che verrà ufficialmente siglata il prossimo 17-18 marzo 2016, durante la prevista riunione del Consiglio Europeo, prevedono l’impegno da parte turca di “riprendersi” dalla Grecia circa cinquantamila richiedenti asilo siriani (solo siriani, però) destinati a essere poi accolti dai vari paesi dell’UE.

Il governo di Ankara garantisce inoltre il respingimento di tutti i prossimi migranti irregolari che arriveranno nel paese, impedendo il loro ingresso in Grecia e, quindi, nella regione balcanica.

Che cosa riceve la Turchia, in cambio di questo aiuto verso l’Europa ? Ankara ottiene altri 3 miliardi di euro. Non solo, il governo turco porta a casa la liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi e l’apertura di cinque nuovi capitoli negoziali per il processo di adesione all’UE.

Il presunto mattatoio dei cristiani è quindi avvallato dal trattato di Schengen ?

fonte

Related posts

One Thought to “Migranti, respingimenti a tappeto”

  1. Bastian

    Per ogni migrante respinto, un siriano richiedente asilo verrà’ accolto. Faccio un esempio:Ali’ e’ un Giordano migrante per motivi economici che con un barcone e’ arrivato in Grecia. Mohamed e’ un siriano richiedente asilo; questi non vuole infrangere le leggi ne’ sottoporre la sua famiglia ai pericoli di un traghettamento. Arrivato in Turchia invia domanda di asilo politico all’ambasciata del paese europeo dove vuole trasferirsi e attende la risposta. Finalmente questo accordo UE-Turchia elimina una palese ingiustizia per cui Ali’ passa prima di Mohamed che ne ha più’ diritto. L’Europa, come ogni stato ha bisogno di confini controllati. Senza confini l’Europa non esiste.

Comments are closed.