Messico – Stato Nuevo, Governo approva legittima difesa cittadini

Le vittime di aggressioni o di furti con violenza – rapine -, potranno attaccare, ferire o anche uccidere il reo senza incorrere nei rigori della legge. Lo ha stabilito il parlamento di Nuevo Leon, Stato del Messico al confine con gli Stati Uniti d’America. L’aula ha infatti approvato una riforma al codice penale che aggiunge le reazioni “ferire” o “privare della vita” alla lista delle reazioni possibili nei confronti di un atto ostile compiuto da un criminale.

La decisione, riporta il quotidiano “Milenio”, e’ stata presa “per dare ai cittadini maggiori certezze dinanzi all’ondata di violenza nello Stato”. Di fatto, sostiene il deputato conservatore Marcos Mendoza, promotore della legge, viene meno il reato di eccesso di legittima difesa: “daremo piu’ certezza giuridica a quei cittadini che si sono visti nella necessita’ di difendere la loro famiglia”. Una inchiesta della magistratura stabilirà se la reazione e’ stata effettivamente legata all’aggressione.

Lo Stato di Nuevo Leon, quello che ha per capitale Monterrey, e’ spesso sulle cronache locali per l’alto numero di omicidi, sequestri e violenze nati all’interno della guerra tra bande e tra le organizzazioni di narcotrafficanti con le forze di sicurezza. Alto, recensisce uno studio dell’Universita’ delle Americhe, il livello di impunita’ dei delitti.

>ADUC

Related posts