ARCHIVIO SOCIETA' 

MESSICO – Narcoguerra. Ancora un sacerdote cattolico assassinato

Un sacerdote 33/enne, padre Juan Miguel Contreras García, è stato ucciso il 21 Aprile 2018 al termine della celebrazione della messa nella parrocchia San Pio da Pietrelcina di Tlajomulco, nello Stato di Jalisco. La notizia la riportiamo oggi, 20 Luglio 2018, in quanto in Messico le morti continuano e questa del sacerdote, purtroppo non è l’ultima. Le fonti locali riferirono ad Aprile che, un commando aveva fatto irruzione nella chiesa. Alcuni parrocchiani dichiararono che il prete, per la celebrazione della messa, aveva sostituito un altro sacerdote al quale erano arrivate minacce di morte.

Nello Stato di Jalisco, dilaniato da una narcoguerra che colpisce anche altre zone del Paese, si contendono il territorio i cartelli della droga di Sinaloa e di Jalisco Nueva Generación. In Messico i sacerdoti, i giornalisti e gli attivisti per i diritti umani, sono sempre più spesso vittime di agguati compiuti da gruppi criminali. Mercoledì scorso è stato ucciso, non lontano da Città del Messico, un altro prete: padre Rubén Alcántara Díaz, della diocesi di Izcalli. Il Centro Católico Multimedial rende noto che sono 23 i sacerdoti uccisi in Messico durante i sei anni di presidenza di Enrique Peña Nieto.

Fonte . Aduc Fi

Related posts