Messico, Campi di papavero da oppio e Narcoguerra. Usa e Onu sovraintendono alla eradicazione

L’Esercito messicano ha consentito che Usa e Onu fossero presenti all’eradicazione di coltivazioni di papavero da oppio, un passo per dimostrare la cooperazione nella lotta al traffico di eroina, secondo le autorita’. Questo gesto pone il Messico allo stesso livello di altri Paesi produttori di droghe, come Afghanistan, Colombia e Peru’, che sono molto concatenati con le Nazioni Unite in operazioni di questo tipo.

I militari sperano di ottenere maggiore considerazione in patria e all’estero per il loro lavoro.

La settimana corsa l’Esercito ha portato militari degli Usa e funzionari dell’ambasciata di questo Paese in Messico, nel cuore della produzione di eroina in Messico, in quello che viene chiamato Triangolo d’oro, zona chiave per coltivazione e produzione di droga, zona controllata dal cartello di Sinaloa, che era guidata dal El Chapo Guzman, ora estradato in Usa e sottoposto ad azione giudiziaria.

L’Esercito ha fatto sapere che in questo anno adottera’ sistemi informatici, sviluppati dall’ufficio Onu contro le droghe, per trasmettere i dati in tempo reale sulla distruzione delle piantagioni.

Shortlink:

Condividere Articolo

Passare con il mouse sul banner e attendere che esca un elenco; cliccare poi sull'icona del social net che riteniamo più opportuno divulgare la notizia ed seguire la procedura richiesta.
Bookmark and Share
Posted by on 20/06/2017. Filed under ARCHIVIO, CRONACA ESTERA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login