LAMPEDUSA, GUARDIA COSTIERA: RECUPERO BATTERIE FONDALI DEL PORTO

Il prossimo 11 luglio le Capitanerie di Porto coordineranno la bonifica dei fondali del porto di Lampedusa dalle batterie esauste presenti in fondo al mare.
L’iniziativa, svolta in collaborazione con la Riserva Naturale Isola di Lampedusa, ha ottenuto l’adesione del COBAT – Consozio nazionale delle batterie esauste, e vedrà l’impegno di diving e volontari di Legambiente Onlus e dell’Associazione ambientalista Marevivo.
I controlli ambientali del Nucleo Subacquei della Guardia Costiera avevano rivelato, nelle scorse settimane la cospicua presenza di batterie sommerse appartenenti ai barconi approdati a Lampedusa nei mesi dell’emergenza.
I militari hanno pertanto creato una mappa di tali rifiuti, fortemente nocivi per l’ambiente che sarà ora possibile recuperare con il contributo del COBAT, il quale curerà la raccolta ed il successivo avvio delle batterie al riciclaggio: il miglior esito per il trattamento dei rifiuti.
L’operazione costituirà un altro importante momento di recupero ambientale dell’isola di Lampedusa, tornata ormai alla normalità della sua straordinaria bellezza.

Il Capo Ufficio Relazioni Esterne
Cap.Vascello Vittorio Alessandro

Related posts