Kuwait, rivoluzione in parlamento: elette quattro donne.

Una vera e propria rivoluzione: quattro donne elette per la prima volta nel parlamento del Kuwait. Tra coloro che c è l’hanno fatta anche, l’ex-ministra della Sanità Massuma al Mubarak. La al Mubarak era stata la prima donna a diventare ministro, nel 2005. Nel paese, che si affaccia sul golfo Persico, la politica è da sempre considerata attività per soli uomini. Infatti, le donne hanno diritto di voto solo dal 2005. Nelle consultazioni politiche del 2006-2008, le donne candidate non avevano ottenuto alcun seggio. “E’ una vittoria per le donne del Kuwait e una vittoria per la democrazia kuwaitiana. E’ un balzo in avanti”, ha commentato Aseel al Awadhi, una delle due di cui è stata subito annunciata l’elezione. La donna ha 40 anni, ha nel curriculum un dottorato dell’università del Texas ed è professoressa di Scienze politiche all’Università del Kuwait. Ha annunciato di voler concentrare la propria azione in parlamento, che conta 50 deputati, su economia, sanità educazione e ai diritti delle donne. I dati usciti dalla consultazione elettorale , confermano i buoni risultati sia dei candidati liberali sia dei rappresentanti sciiti, mentre perdono consenso i partiti islamici.

Di Giampaolo Poniciappi

Fonte foto: wikipedia

Approfondimento sullo stato del Kuwait (in lingua inglese – enciclopedia Wikipedia)

Related posts