Italia, Politica: rimborsi “forfettari” dei parlamentari

denaro_eu L’Italia concede ai suoi parlamentari una somma forfettaria ogni mese, pari a 44.000 euro all’anno, per coprire i costi generali, senza l’obbligo di presentare le fatture.

Davide Del Monte, direttore esecutivo di Transparency International Italia, ha detto a Euronews: “Una gran parte delle entrate dei parlamentari italiani arriva dalle spese sostenute, ma non hanno alcun obbligo di trasparenza e rendicontazione”.

“Le persone non sono arrabbiate per lo stipendio dei deputati, ma per i privilegi, perché un deputato può vivere senza affrontare alcuna spesa: treni, aerei e ristoranti sono pagati – aggiunge – Anche i tagli di capelli sono pagati dallo Stato”.

I Parlamentari italiani già guadagnano uno stipendio base di circa 167.000 euro l’anno – il più alto in Europa – e ottengono 15.980 euro per coprire i costi di viaggio a Roma.

Circa un terzo dei Paesi dell’Ue paga rimborsi forfettari ai loro parlamentari, tra questi Belgio, Bulgaria, Croazia, Francia, Germania, Lituania, Paesi Bassi, Slovenia e Spagna, secondo la ricerca di euronews.

Fonte Euronews

Related posts