Italia, Internet: Telefono Arcobaleno diffonde il 14mo rapporto annuale sulla pedofilia

La pedofilia in internet nell’ultimo anno è aumentata del 16,5%; ogni giorno nascono nel mondo 135 nuovi siti pedofili e tre nuovi gruppi pedofili nei social network.

È quanto emerge dal “14° Rapporto annuale sulla pedofilia on line”, diffuso oggi dall’Osservatorio Internazionale di Telefono Arcobaleno che, nel 2009, ha inoltrato 49.393 denunce in 35 Paesi.

Il mercato della pedofilia in internet ha come merce di scambio bambini sempre più piccoli, che solo nell’1% dei casi sono stati identificati e liberati; un mercato che non ha nulla di virtuale ma che, al contrario, sfrutta infinite volte le immagini e i video di abusi e violenze realmente commessi.

Ogni sito pedofilo ha oltre centomila clienti al giorno, il 5% dei quali sono italiani.

In termini geografici, Europa e Stati Uniti sono ai primi posti sia per diffusione sia per consumo di materiali pedopornografici. Germania, Olanda, USA, Russia, Cipro, Canada, Ungheria, Svizzera, Spagna e Thailandia si trovano ai primi dieci posti della classifica dei paesi che ospitano i siti segnalati, dei quali oltre diecimila sono legati al pedo-business, confermando l’indiscutibile radice commerciale della maggior parte delle attività pedofile on line.

I frequentatori e i fruitori dei siti pedofili sono prevalentemente americani, tedeschi, inglesi, russi e italiani: un vero e proprio esercito che quotidianamente si muove in internet a caccia di foto, di video, di contatti.

Related posts