Italia, i costi della politica

La voce relativa ai ristoranti e alle mense di Montecitorio è di oltre 6 milioni e mezzo di euro. Il fondo per il servizio di catering: 150 mila euro. I posti auto e moto costa alla Camera 1 milione e 600 mila euro. Ai quali vanno aggiunti 557 mila euro di «noleggio a lungo termine auto» (anche con conducente, per 200 mila euro); 110 mila euro di carburanti e lubrificanti o ancora 21 mila euro per la «manutenzione dei dissuasori». Per il controllo dei plichi destinati alla Camera, Montecitorio paga alle Poste Italiane 37.184 euro. Quasi settecentomila euro vanno via tra la fornitura di agende e agendine (400 mila euro) e la «somministrazione di cartoncini, carte e buste personalizzate» (292 mila). Altri 163 mila euro vanno via per la «fornitura di prodotti per piccole pulizie e materiale di consumo in carta e cartone». (l’articolo per intero si legge su IL TEMPO)

Related posts