Italia, Asili nido negli uffici pubblici, risorse per moltiplicarli

Una quota dei risparmi derivanti dall’innalzamento dell’età pensionabile nel pubblico impiego sarà impiegata per realizzare asili nido negli uffici pubblici. Le risorse saranno disponibili dal prossimo anno, ma per il 2009 sono già disponibili 25 milioni di euro grazie ai finanziamenti del Dipartimento delle politiche familiari e del Dipartimento per le pari opportunità, che serviranno a finanziare, nell’immediato, 70 nuove strutture nella pubblica amministrazione che ospiteranno circa 1400 bambini. Secondo i calcoli fatti dal ministro Brunetta, con il graduale innalzamento dell’età pensionabile ”si risparmieranno 2,3 miliardi, una media di 230 milioni all’anno. Una parte di questi soldi, tra il 10 e il 30%, sarà utilizzata per far fronte ai fabbisogni degli asili nido”, ad essi si aggiungeranno i cofinanziamenti delle amministrazioni centrali e periferiche, arrivando così a 80-100 milioni di euro all’anno, corrispondenti a 7-10 mila posti di asilo nido all’ anno. Nella fase di avvio del progetto è previsto un censimento degli asili nido esistenti ed un’indagine per conoscere il fabbisogno e la disponibilità delle amministrazioni. Il progetto promuove lo sviluppo di servizi destinati ai figli – da 0 a 3 anni – dei dipendenti pubblici, integrando, così, quanto già previsto dal Piano straordinario del Governo per la prima infanzia. Il piano presentato il 1 ottobre riguarda, dunque, il ‘futuro del Paese’ e punta ad innalzare gli indici di natalità.

Fonte: Governo Italiano

Related posts

Leave a Comment