Honduras, Droga e Polizia. Depurazione interna

droga

La Commissione per la Depurazione e Trasformazione della Polizia dell’Honduras ha chiesto oggi la sospensione immediata degli ufficiali e altre persone intermedie implicate nell’assassinio nel 2009 dello zar antidroga Julien Aristides Gonzalez e dell’ex-assessore antidroga Alfredo Landaverde, nel 2011.

La richiesta e’ stata presentata al ministero della Sicurezza dopo le denunce fatte dal giornale honduregno El Heraldo e dal The New York Times nelle ultime due settimane, in merito ad ufficiali e loro sottoposti della Polizia nazionale che avrebbero partecipato come ispiratori e attori materiali di questi assassinii. La morte di Gonzalez sarebbe stata ordinata da un narcotrafficante del dipartimento di Colon, nella zona caraibica dell’Honduras, dove il traffico di droghe da diversi anni si svolge senza che le autorita’ facciano nulla per fermarlo. Il quotidiano Usa ha pubblicato la settimana scorsa i nomi di 25 membri della Polizia Nazionale, tra cui anche ufficiali, presunti assassini, ed alcuni di questi hanno gia’ negato di aver preso parte a questo delitto. 25 di questi ufficiali, prima dell’arresto erano ancora in attivita’, 4 erano in pensione e due erano morti.
La Commissione era stata nominata la settimana scorsa da parte del presidente della Repubblica Juan Orlando Hernandez. In un comunicato la Commissione fa sapere che hanno intenzione di continuare nella loro azione di depurazione e ristrutturazione si’ da poter sviluppare una nuova Polizia Nazionale.
Le denunce dei due quotidiani si sono affiancate a quelle fatte a livello individuale da diverse persone.

ADUC

Shortlink:

Condividere Articolo

Passare con il mouse sul banner e attendere che esca un elenco; cliccare poi sull'icona del social net che riteniamo più opportuno divulgare la notizia ed seguire la procedura richiesta.
Bookmark and Share
Posted by on 16/05/2016. Filed under GEOPOLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login