Foto-video giornalismo, una figura ibrida senza tutele?

video_giornalismo

La figura professionale del giornalista viene abbinata alla fotografia ed anche al video reportage. Sorge una figura ibrida, quale il foto-video giornalista. L’era digitale ha aperto la possibilità di fare foto, video delle interviste, infografiche, ricostruzioni animate di quel che è accaduto. Abbiamo quindi testo, foto, video, infografiche, tutto nelle mani di un giornalista, anche freelance. Ma quali sono le norme deontologiche e la tutela di questa ibrida figura professionale ? Quanto pagare questo pacchetto di servizi ? Attualmente in Italia ci sono varie associazioni che forniscono regole deotologiche, ed anche tariffe. Il problema è che il mercato non si allinea a quel tipo di costi, né sempre segue la meritocrazia. A cosa serve pagare una quota se poi vedi lavorare i soliti noti o il mercato non ti riconosce la tariffa che chiedi ? Nel settore della fotografia e del video siamo in una giungla dei costi: un video reportage, con regista e direttore fotografia, può anche costare all’editore minimo 1400 Euro al giorno. I giornalisti freelance intanto fanno la battaglia per avere riconosciuto un minimo tariffario, visto che un pezzo può essere pagato anche 1 euro! Due pesi e due misure ? Comunque nel momento in cui si producono immagini, che siano in movimento o meno, c’è la responsabilità di ciò che viene realizzato (foto, video). Quanto costa effettivamente uno scatto foto-giornalistico ? Il fotografo chiede minimo 30 Euro a scatto. Ed il giornalista quanto dovrebbe chiedere ? La lettura del linguaggio delle immagini, pur apparentemente semplice, ha delle enormi conseguenze sulla consapevolezza stessa del mondo. A questo proposito può un regista o un direttore della fotografia svolgere attività giornalistica di reportage ? Chi può dirlo ? Le associazioni di categoria ? Il Sindacato ? La figura ibrida che comprende il foto-video-giornalista è una soluzione, ma non per tutti. Allora, se un giornalista vuole avvalersi di una o più figure professionali, nel caso specifico il fotografo ed il videoperatore, è opportuno capire quali sono le tariffe, quali tutele vi sono, come svolgere e abbinare queste tre figure professionali, poiché da una parte abbiamo delle regole di deontologia da rispettare, ma d’altra c’é il companatico. La maggior parte concorderà sul fatto che l’informazione giornalistica è oggi diversa rispetto a quella del passato, cioé un prodotto di una attività che richiede impegno, fatica, esperienza, tempo, investimenti. Tutto questo deve essere protetto e valorizzato, in modo meritocratico!

Related posts