Firenze, VIA (Valutazione Impatto Ambientale) in arrivo, ma per nuova pista forse aspetteremo

valutazione-impatto-ambientale-toscana

Voci di corridoio, o forse qualcosa di più, dicono che dal Ministero sarebbe imminente l’arrivo della Via, valutazione impatto ambientale, documento fondamentale per cominciare a lavorare in modo concreto sulla nuova pista dell’aeroporto di Firenze. Questo spiegherebbe un certo entusiasmo del sindaco di Firenze nel respingere l’offerta di un possibile asse aeroportuale con Bologna fatta dal primo cittadino del capoluogo emiliano. Come dire, adesso l’aeroporto bello e funzionale possiamo farcelo da soli, senza fare da spalla a nessuno. Non tutto, però, potrebbe essere così semplice. La Via infatti, potrebbe contenere anche tutta una serie di prescrizioni, o criticità, da risolvere prima di poter cominciare a costruire.

Del resto, come già detto e scritto molte volte, l’aeroporto andrebbe a impattare in una zona, quella della Piana fra Firenze e Sesto, per la quale si prospetta un futuro ben poco invidiabile di sovraffollamento. Pensare di mettere in campo una costruzione complessa come una pista di decollo e di atterraggio di aerei di oltre 2000 metri di lunghezza senza tener conto di ciò che succede intorno, non è assolutamente possibile. Insomma, è bene che i nostri amministratori, e anche i sindacati che premono per i nuovi posti di lavoro, non abbiano fretta.

La strada da fare per arrivare al nuovo aeroporto potrebbe essere più lunga del previsto.

Duccio Magnelli

.^.

Approfondimento sul VIA

.^.

Related posts