Emigrazione, gli europei in cerca di nuove opportunita’

Centinaia di spagnoli, perlopiù trentenni, hanno deciso di emigrare dalla Spagna in crisi verso la Norvegia, ma il loro sogno per molti di loro si è infranto. Lo specchio per le allodole sono i programmi televisivi (citati da molti come elemento fondamentale nella scelta del paese) ove si vedono persone felici che lavorano e guadagnano soldi.

Purtroppo quando gli spagnoli sono arrivati in Norvegia hanno trovato tre ostacoli: il freddo polare, la lingua e i prezzi esorbitanti (affittare una camera costa 600 euro, un cartone di latte 2 euro). Il governo non offre alloggio, denaro o altre forma di sostegno. Le autorità non aiutano questi emigrati europei e quindi, alcuni di essi, dopo aver speso i loro risparmi in cerca di occupazione, si trovano in difficoltà: c’è chi dorme per strada.Chi può aiutare gli spagnoli in Norvegia ? Dunque cerchiamo di capire la situazione. La Fondazione Robin Hood, con sede a Bergen, è stata inaugurata nel 2003 e gode di un finanziamento pubblico di 270mila euro. L’obiettivo è offrire un rifugio alle famiglie norvegesi meno abbienti; passiamo alle ONG ed associazioni di assistenza ai bisognosi. La Caritas, la Croce rossa e l’Esercito della salvezza” si occupano dei rifugiati politici. Quindi gli spagnoli in difficoltà nel bel paese della Norvegia come possono risolvere il loro problema ? Esiste da parte del governo un programma di integrazione sociale e lavorativa ? Abbiamo cercato su vari siti web senza trovare soluzioni adeguate, forse non siamo a conoscenza di nuove opportunità, ma per gli Spagnoli o altri Europei, la Norvegia non è attualmente un paese ove cercare fortuna, salvo il contrario.

Fonti varie

Related posts