ARCHIVIO ECONOMIA 

Cosa intendiamo per “previsioni finanziarie” ? (2)

Con il termine “previsioni” ci riferiamo a tutta quell’ampia categoria d’informazione finanziaria che cerca di proporre dei livelli di prezzo dei titoli che dovrebbero essere raggiunti in un certo arco di tempo. Risposte a domande del tipo: a quanto arriverà lo S&P500 a fine anno?

Una previsione è tale se contiene un dato numerico ed un dato temporale (talvolta vi può essere associata una probabilità). Quindi se sto dicendo: “lo S&P500 è ancora molto caro nonostante le ultime correzioni”, non sta facendo una previsione. Se invece dico: “lo S&P scenderà del 15% dai prezzi attuali nel corso dell’anno”, sto facendo una previsione.
Nei mercati finanziari, fare previsioni è un’attività inutile, nella migliore delle ipotesi, dannosa, più frequentemente.

L’andamento futuro dei prezzi di un’attività finanziaria è il prodotto del combinato disposto di diversi fattori, alcuni dei quali sono del tutto ignoti nel momento in cui si sviluppa la previsione. Limitandosi ai fattori noti, alcuni di questi sono di ordine psicologico e quindi è impossibile tradurli direttamente in numeri.

Detto in altre parole, i mercati finanziari sono fenomeni sociali, non fisici.
Gli economisti amano moltissimo utilizzare il linguaggio della scienza, per eccellenza la matematica, perché questo li aiuta a sentirsi più importanti nel mondo accademico.

La realtà è che qualsiasi modello matematico utilizziamo per descrivere i mercati finanziari sarà sempre eccessivamente semplificato e – di fatto – inutile.

ADUC – Firenze

Related posts