ARCHIVIO SOCIETA' 

COLOMBIA – L’uccisione del narcoboss Pablo Escobar. Le rivelazioni della vedova in un libro

Per togliere di mezzo il signore della droga Pablo Escobar, i cartelli colombiani di Cali e di Norte del Valle, ex soci, autorita’ colombiane e statunitensi e paramilitari, avrebbero speso 25 anni fa una cifra equivalente a circa 220 milioni di dollari, raccolti in una “colletta” per raggiungere il letale obiettivo. A sostenerlo e’ Victoria Eugenia Henao, vedova del boss del cartello di Medellin, nel suo libro “La mia vita e la mia prigione con Pablo Escobar”, dove la donna racconta alcuni segreti della vita del marito.

Alcune parti del libro, pubblicato dalla casa editrice colombiana Planeta, sono state rivelate dall’emittente colombiana W Radio e riportate da altri media sudamericani. Il testo svelerebbe parecchi segreti mai raccontati della vita di Escobar, tra cui la quantita’ di denaro pagato per la sua morte.

Quali fossero i nemici di Escobar non era una novita’: i membri del cartello di Cali e di Norte del Valle, ex soci, autorita’ colombiane e statunitensi e paramilitari. La novita’ riferita dalla vedova e’ che tutti avrebbero unito le forze e promosso una raccolta di denaro per poter raggiungere l’obiettivo di uccidere il boss del cartello di Medellin. Escobar e’ stato ucciso il 2 dicembre 1993 sul tetto di una casa dove si nascondeva a Medellin, dove e’ stato messo alle strette dalle forze armate colombiane.

Il libro, secondo l’emittente colombiana, rivelerebbe anche dettagli su come i membri della famiglia di Escobar abbiano finito per cedere alle richieste dei nemici del boss di non essere uccisi. Secondo la vedova Victoria Eugenia Henao, i familiari di Escobar avrebbero ceduto le loro proprieta’ e supplicato per la loro vita i fratelli Rodriguez Orejuela, leader del cartello di Cali, il paramilitare Carlos Castano, e i membri del cartello di Norte del Valle. Il libro ha ricevuto una revisione di tre avvocati, per via del processo giudiziario che affronta la vedova di Escobar in Argentina.

Fonte: ADUC – Fi

Related posts