ARCHIVIO SICUREZZA 

AVIANO, DUE NUOVI SQUADRONI USAF PER SOCCORSO AEREO

350 militari americani ricollocati ad Aviano con schieramento di cinque elicotteri per combat SAR HH-60G Pave Hawk, con missione di ricerca e soccorso in zone da combattimento. I nuovi assetti richiederanno il coordinamento e la collaborazione del Comando Aeroporto Aviano, del 15° Stormo di Cervia per l’attività di familiarizzazione con le procedure di volo nazionali, della Guardia Costiera per le esercitazioni e le attività in Alto Adriatico, dei Comandi della Brigata Ariete, del 5 Rigel di Casarsa e delle truppe Alpine per tutte le attività su aree di addestramento terrestri.

Al fine di definire le future linee d’azione, all’incontro hanno partecipato, tra le varie componenti coinvolte, alcuni rappresentanti dello Stato Maggiore Aeronautica e del Comando Forze da Combattimento di Milano. L’attività è cominciata con l’intervento del Comandante dell’Aeroporto, Colonnello Vincenzo Tozzi, che ha indicato ai presenti le linee guida su cui operare. Il Comandante del distaccamento del 56th RQS Lt Col. Irvine ed il Comandante del distaccamento del 57th RQS Maj Viani hanno poi illustrato le caratteristiche dei due Squadrons e sottolineato l’importanza di un lavoro integrato con le unità italiane.

Al termine dell’incontro, i partecipanti hanno costituito 4 gruppi di lavoro, ognuno dei quali ha curato gli aspetti tecnico-operativi e logistici, necessari a regolamentare l’attività del 56th e 57th Rescue Squadrons.

L’Aeroporto di Aviano ha come missione quella di garantire la sovranità nazionale e sovrintendere all’applicazione degli accordi bilaterali relativi alla presenza di reparti USAF rischierati sull’aeroporto, supervisionare l’attività di volo e operativa dei reparti di volo USAF rischierati e assicurare la Difesa della Base.

FONTE

Fonte della notizia e foto: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Related posts