Africa, Olio di Palma: produzione distrugge ecosistema

Olio di PalmaL’elevata produzione industriale di olio di palma nei paesi dell’Africa sub-sahariana (fra questi Nigeria, la Repubblica Democratica del Congo e il Ghana), realizzata da grandi imprese straniere, sta distruggendo la biodiversità degli ecosistemi e di conseguenza i mezzi di sussistenza di migliaia di africani. Il sistema industriale di produzione dell’olio di palma in Africa “si basa su monocolture. Le istituzioni finanziarie internazionali e multilaterali presumibilmente partecipanti alla promozione dell’industrializzazione di olio di palma in Africa, sono diverse; fra queste ci sono la Banca di sviluppo africana, la Banca africana di investimento, l’Unione Europea attraverso il Fondo europeo di sviluppo, ecc. Fra le agenzie di stato straniere troviamo l’Agenzia americana per lo Sviluppo (Usaid) e il ministero dell’agricoltura degli Stati Uniti, il Dipartimento per lo sviluppo internazionale britannico (Dfid), la FinnFund finlandese e l’Agenzia tedesca per la cooperazione tecnica, la Food and Agricultural Organisation (Fao) e l’International Fund for Agricultural Development (Ifad).

correspondence source: Luca Bragagni

Related posts