ARCHIVIO SOCIETA' 

[Africa – Congo] Li chiamano enfants sorciers, bambini stregoni

Nella capitale Kinshasa – secondo le stime fornite dell’antropologo Filip de Boeck durante una presentazione accademica – sono 23mila i bambini accusati di stregoneria. La società ritiene essere posseduti dal diavolo perché malati, o affetti da disturbi del comportamento, da epilessia o albinismo.

Padre Mario Perez che olavora in un centro per bambini e famiglie, i quali giungono dai luoghi della guerra civile.

L’accusa di stregoneria verso i minori è iniziata negli anni Novanta, in seguito al proliferare di sette religiose, all’esodo rurale dovuto alle difficoltà economiche e agli effetti devastanti della guerra civile.

La Repubblica Democratica del Congo è governata dal 2001 da Joseph Kabila, divenuto presidente all’indomani dell’assassinio di suo padre, Laurent-Désiré Kabila, a gennaio 2001. Da allora Kabila non ha più voluto abbandonare il potere, nonostante il suo mandato sia scaduto da tempo.

Fonti

Related posts