ARCHIVIO COOPERAZIONE 

MONDO – Migranti. In crescita morti e dispersi nel Mediterraneo

Nel Mediterraneo senza più alcun dispositivo di soccorso, dove i salvataggi sono affidati solo agli interventi a singhiozzo della Guardia costiera libica, settembre e’ stato il mese con il tasso di mortalità più alto che sia mai stato registrato: quasi il 20% di chi è partito a settembre risulta morto o disperso. Related posts / Posts Simili/Correlati: Le attività della Cooperazione Italiana in Tunisia Mediterraneo, Crisi migranti: Frontex attacca Ong [Italia] Migranti: operativo il decreto Minniti-Orlando, nuove procedure per richiesta di asilo Immigrazione e dati Istat 2017 UE, Assistenza Umanitaria:…

Read More
ARCHIVIO COOPERAZIONE 

Immigrazione e dati Istat 2017

L’Istat ha pubblicato gli ultimi dati sui migranti in Italia (1). In valori assoluti, nel 2017 c’è stato – rispetto all’anno precedente – un calo di presenze del 5,5% e una diminuzione del 5% di nuovi ingressi, di cui il 45% é stato per motivi familiari. Sempre con riferimento agli ingressi, si è toccato il minimo storico di quelli per lavoro (13.000) e il massimo per richiesta di asilo/motivi umanitari, quasi 78.000. Related posts / Posts Simili/Correlati: ONG colluse con i trafficanti di esseri umani ? Bangladesh, Regime alimentare a…

Read More
ARCHIVIO COOPERAZIONE 

Emergenza Rohingya un anno dopo

La più recente crisi dei rifugiati in Asia ha bisogno della solidarietà internazionale e di progressi nelle soluzioni. L’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, chiede oggi alla comunità internazionale di rafforzare il suo sostegno ai circa 900.000 rifugiati Rohingya apolidi in Bangladesh e mostrare solidarietà alla comunità che li ha generosamente accolti. La responsabilità collettiva internazionale per la protezione e la ricerca di soluzioni per i rifugiati Rohingya deve rimanere una priorità per tutti i paesi della regione e altrove. Related posts / Posts Simili/Correlati: Immigrazione: La posizione…

Read More
ARCHIVIO COOPERAZIONE 

Myanmar: UNHCR e UNDP sono pronti ad avviare l’attività di valutazione dei villaggi dello Stato di Rakhine

A tre mesi dalla ratifica di un Memorandum d’intesa tra l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP) e il governo di Myanmar, l’UNHCR e l’UNDP sono pronti ad iniziare le attività di valutazione in 23 villaggi (all’interno di 13 aree) e in altre 3 aree. Tali valutazioni rappresenterebbero soltanto un primo passo iniziale, nell’ottica di estendere l’accesso per consentire valutazioni complete e su larga scala che continuano ad essere necessarie. Related posts / Posts Simili/Correlati: OTTAWA STREAMLINES IMMIGRATION PROCESS…

Read More
ARCHIVIO COOPERAZIONE 

UNHCR chiede sostegno per gli sfollati e per le persone tornate alle proprie case in Etiopia

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) richiede un maggiore sostegno al milione di persone circa costrette a fuggire a causa delle recenti violenze nell’Etiopia sud-occidentale, compresi coloro che sono tornati nelle proprie case. Dallo scorso aprile, i conflitti tra le comunità nelle aree di confine della regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud e nella Regione dell’Oromia in Etiopia hanno costretto i civili ad abbandonare le proprie abitazioni. Le recenti violenze sono andate ad aggiungersi a oltre un anno di siccità e tensioni sorte in merito…

Read More